Gli archivi '900

Falcone e Riina.
Caccia mortale

in onda lunedì 8 settembre 2014 alle 23:45

di Francesco Linguiti

Una puntata rosso sangue che racconta l’ascesa di Totò Riina nella criminalità organizzata di Corleone e di Palermo, sancita a colpi di brutali assassini,   e l’impegno del giudice Giovanni Falcone, determinato a fare luce nel pozzo nero di Cosa Nostra.

È la storia di uno dei  latitanti più ricercati d’Italia, che continua a muoversi per Palermo come se la città fosse sua, e di un magistrato che gli darà la caccia nonostante tutto. Perché molti sono gli ostacoli che Falcone incontrerà sulla sua strada: omicidi, minacce  ed  attentati, ma anche dissapori e veleni all’interno del pool antimafia.

Poi il suo trasferimento a Roma, al Ministero di Grazia e Giustizia, alla direzione Affari Penali.

Intanto il maxiprocesso di Palermo, cominciato nel 1986, va avanti e, nel 1992, conferma l’impianto accusatorio costruito da Falcone.

Ma l’imprendibile Totò Riina ha già scritto il gran finale. Per colpire aspetta che il giudice torni nella sua terra e allora sarà un massacro. Il 23 maggio 1992 a Capaci un’esplosione fa saltare in aria Falcone, sua moglie e gli uomini di scorta. Dopo neanche due mesi la stessa sorte tocca a Paolo Borsellino, amico di Falcone e candidato alla direzione della superprocura antimafia.

Per  Totò “u curto” è l’ultima bestiale impresa. Ormai il cerchio si stringe attorno a lui. 16 gennaio 1993 , il suo arresto è clamoroso. Il boia Riina viene assicurato alla giustizia.

Nella  puntata gli interventi di Paolo Mieli.

Rai.it

Siti Rai online: 847